Droni per lo studio dello scioglimento dei ghiacciai

0
Una sezione del ghiacciaio Petermann in Groenlandia, Fotografia: Nick Cobbing / Greenpeace

Una sezione del ghiacciaio Petermann in Groenlandia, Fotografia: Nick Cobbing / Greenpeace

In un ambiente sicuramente poco ospitale come i ghiacciai dell’antartide, i droni – velivoli senza pilota – sono particolarmente utili per svolgere azioni fastidiose e ripetitive o con un alto rischio per la sicurezza umana.

Gli ultimi depositi di ghiaccio che stanno a poco a poco svanendo a causa del riscaldamento globale del pianeta, sono tenuti sotto stretta osservazione da parte degli scienziati di tutto il mondo.

Citiamo tra gli altri progetti di ricerca che fino ad oggi hanno utilizzato UAV, una ventina di università ed enti di ricerca, tra cui la NASA e la National Oceanic and Atmospheric Administration nonchè la Columbia University, tramite un drone monomotore – elicottero -con apposite telecamere termografiche.

Chris Zappa, un oceanografo della suddetta università Columbia che ha utilizzato UAV in Antartide e in  Groenlandia, ha affermato che degli  UAV per la ricerca è ancora in una fase embrionale e confida presto in una pronta e decisa regolamentazione dei droni civili che negli States dovrebbe avvenire entro il 2015; il condizionale è d’obbligo.

fonte The Guardian

1652 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: