Un drone per rilevare l’inquinamento atmosferico

0

Scaturito da una tesi universitaria di una studente peruviana, una nuova applicazione potrebbe essere nata con l’ausilio dei droni: si tratta di indagini sull’inquinamento atmosferico e radioattivo.

Le ricerche di Monica Abarca, una giovane 23 enne appena laureata come ingegnere mecatronico alla Pontificia Universita’ Cattolica del Peru’ (PUCP), hanno portato alla luce una nuova applicazione possibile grazie all’aiuto dei velivoli a pilotaggio remoto. Un drone con sensori di gas e particelle inquinanti potrà fornire importanti dati sull’inquinamento atmosferico. La prima versione di questo velivolo ha una automonia di soli 10 minuti, ma nel futuro sono previsti miglioramenti per aumentarla sino a 30. Grazie a questa tesi di laurea, Monica Abarca, avrà l’opportunità di lavorare nella Silicon Valley, grazie all’ottenimento di una borsa di studio.

drone rileva inquinamento

Monica Abarca, giovane ingegnere peruviano che ha progettato un drone per rilevare l’inquinamento atmosferico e radioattivo.

“Il drone è stato progettato da zero come parte del mio progetto di tesi – spiega la giovane ricercatrice – La sua missione è quella di misurare non solo l’inquinamento atmosferico ma anche quello radioattivo. Lo abbiamo dotato di sensori di gas e particelle inquinanti». Un tale dispositivo può avere varie applicazioni, come ad esempio nel settore minerario-metallurgico.”

1083 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: