Markets & Markets: il mercato dei droni varrà 2 miliardi di dollari

0

Secondo il nuovo rapporto di ricerca di mercato effettuato da Markets & Markets sul settore dei droni e dei multirotori, il comparto raggiungerà entro la fine di quest’anno un valore di 840 milioni di dollari, per poi spiccare definitivamente il volo e attestarsi sui 2,28 miliardi di dollari entro il 2020.
Attualmente, la gallina dalle uova d’oro per gli adetti ai lavori sono le applicazioni riguardanti le riprese aeree; tuttavia i rapporti di forza si modificheranno presto: gli analisti di Dallas, infatti, stimano che nel 2020 saranno le applicazioni business e il commercio a farla da padrone.

I cinque giganti – Gli attori principali del mercato, al momento, sono: AeroVironment (Stati Uniti), Israel Aerospace Industries (Israele), Innovations DJI (Cina), 3D Robotics (US) e Microdrones GMBH (Germania). Queste aziende, secondo le stime, rafforzeranno le loro posizioni anche nel prossimo lustro. Interessanti anche Aibotix (Germania), Coptercam (Australia), Innovations Draganfly (Canada), Aeryon Labs (Canada) e Cyberhawk Innovations (UK).

Anglosassoni bocciati in ricerca – Anche a causa della crisi, il fulcro di questo nuovo mercato non sono gli Stati Uniti o l’Inghilterra, che anzi hanno tagliato i fondi per la ricerca e sviluppo, ma le realtà asiatiche: Cina, India e Corea del Sud sono le regioni con una maggiore crescita nel settore Uav; si difendono anche la Germania, la Francia e l’Australia.

droni militariThe lord of war – Gli analisti di Markets & Markets, però, certificano il legame che ci sia tra lo sviluppo del comparto e le tensioni geopolitiche.
Se è vero che per il momento le aree Nord America, Asia-Pacifico ed Europa attualmente detengono la maggiore quota di mercato, il Medio Oriente e alcuni paesi africani hanno un alto potenziale di crescita nel comparto Uav, anche per i copiosi investimenti in ambito militare che vengono fatti.

1253 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: