LA 200 il drone a perdere, classificato “inoffensivo” in Francia

0

Un drone ad ala fissa, costruito con uno speciale polistirolo, che viene definito come inoffensivo dalle leggi fancesi emesse dal DGAC.

Prodotto da Lehmann Aviation e commercializzato in Italia da AiView Group viene presentato in 3 modelli con caratteristiche e utilizzi differenti:

  • LA 200 entry level dedicato a riprese video entro un raggio di 3Km
  • LA 300 con due modelli per il mapping del territorio e l’agricoltura di precisione
  • LA 960 dedicato alle forze dell’ordine per missioni di sorveglianza con video live

Nello specifico il drone ad ala fissa LA300 visto al Roma Drone Expo & Show nasce con lo scopo di acquisire dati per la mappatura del territorio, adatto anche ad essere perso dato il suo basso costo o in una ipotesi meno sfortunata, ad essere sostituito facilmente dato che il corpo centrale che contiene la sensoristica e il supporto per il motore è completamente e facilmente staccabile dal resto dell’ala. (il basso costo è da considerarsi rapportato con altri APR simili e considerando gli studi di progettazione e realizzazione; a titolo esemplificativo, il modello LA200 viene venduto a 1.700,00 euro tasse escluse ndr)

unità centrale drone LA300

Unità centrale di controllo drone – (c) fotogramma prelevato da video ufficiale Lehmann

Data la natura dell’oggetto, con dimensioni di 920 cm e il peso di 950 grammi si posiziona come diretto concorrente del SenseFly eBee. Anche i velivolo a pilotaggio remoto – gran parte del pilotaggio in realtà viene demandato alla missione caricata tramite tablet su piattaforma windows 8.1 – prodotti da Lehmann Aviation sono classificati come inoffensivi dalla DGAC francese, l’equivalente transalpina della nostra E.N.A.C.

Gli utilizzi tipici di questi droni ad ala fissa, dei veri e propri tuttala, sono:

  • riprese video fotografiche con la oramai immancabile GoPro,
  • mappatura del territorio, fornendo immagini geo-taggate e orto mosaiche per usi con software DEM e GIS
  • agricoltura di precisione con camere multispettrali

Qui di seguito la breve intervista con alcune spiegazioni rese da Claudio Costantini, AiviewGroup

 

2113 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: