Parrot Skycontroller finalmente cambia mode. Ed è disponibile stand alone

0

Lo Skycontroller è il radiocomando (wifi long range, circa 2 km) del Parrot BeBop e di altri droni della casa francese. Piuttosto massiccio e ingombrante, a causa dello spazio centrale che deve essere abbastanza grande da contenere un tablet 9 pollici usato per il ritorno video e la telemetria, anche se poi spesso lo spazio resta libero perché in molti usano smartphone e tablet a 7 pollici, adeguati alle esigenze di pilotaggio dei piccoli Parrot.

In effetti nonostante il peso e l’ingombro, alla prova dei fatti lo Skycontroller si rivela molto ergonomico e pratico da usare. Finora era disponibile solo in bundle con il BeBop (a 899 euro) mentre da oggi si può comprare anche separatamente, al prezzo di 500 euro nelle catene Mediaworld, Gamestop, APR e in alcuni negozi di elettronica.

Finalmente Parrot mette una pezza a un limite fastidiosissimo dello Skycontroller, il suo vero grande difetto che abbiamo segnalato nella recensione pubblicata nel numero 8 di DronEzine Magazine: l’impossibilità di cambiare mode. L’unico supportato era il 2 (gas e yaw a sinistra, ptch e roll a destra), mode molto diffuso tra gli elicotteristi, è vero, ma molto poco praticato da chi vola con ala fissa, almeno in Italia.
Ora finalmente si possono selezionare tutti e quattro i mode, anche sui “vecchi” skycontroller (vedi tutorial).
Altra novità: il pilota può anche assegnare una funzione specifica a ogni singolo pulsante e pad dello skycontroller.

Gallery

1320 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: