L’Iran rivela il drone di Allah

0

La Guardia Rivoluzionaria iraniana ha annunciato di aver creato un proprio drone d’attacco, sviluppato facendo reverse engineering su diversi droni americani catturati, tra cui un RQ-170 Sentinel della Cia (molto simile al prototipo mostrato dagli iraniani) e almeno tre  ScanEagle.

Secondo il sito iraniano Sepahnews il drone, chiamato Shahed -129 (che in lingua Parsi significa “testimone”) può colpire Israele, avendo una portata di 1700 chilometri. Il Pentagono prende molto sul serio la possibilità che l’Iran, con l’aiuto di Cina e Russia, sia effettivamente riuscito a ricavare una miniera di informazioni dai droni Usa abbattuti, e quindi abbia potuto sviluppare una propria tecnologia in tal senso, integrata con l’attivissima attività di spionaggio della Cina, molto intereaasta agli aerei militari senza pilota.  

1216 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: