AvioAero entra nel progetto PUCA per un drone cargo

0

Avio Aero è diventato un membro ufficiale del PUCA – Platform for Unmanned Cargo Aircraft, un gruppo di lavoro europeo nato nel 2011 allo scopo di promuovere e favorire la definizione dei requisiti e lo sviluppo di velivoli cargo a pilotaggio remoto (UCA – Unmanned Cargo Aircraft), incentivando i suoi membri a rivestire un ruolo attivo e significativo in questo settore.

Fanno parte del PUCA numerose aziende ed istituti di ricerca, tra cui Fokker, il vettore olandese KLM, l’Agenzia spaziale tedesca DLR.
PUCA riunisce tutti gli stakeholder e le parti interessate a creare le condizioni, le competenze e l’esperienza necessarie a promuovere lo sviluppo dei futuri velivoli cargo a pilotaggio remoto. Il gruppo di lavoro conta oltre 50 membri, principalmente europei, che rappresentano tutti gli attori potenzialmente interessati, ovvero industria, utenti finali (spedizionieri), agenzie governative, università, centri di ricerca e società di consulenza.

Il segmento dei cargo si candida a essere la prima applicazione commerciale su vasta scala di velivoli senza equipaggio. Unmanned Cargo Aircraft offre soluzioni potenzialmente più efficienti rispetto ai cargo tradizionali per una serie di applicazioni, con il pieno potenziale di ridefinire il segmento. Per Avio Aero questo rappresenta un ulteriore passo in avanti per la sua espansione all’interno del segmento di mercato UAV.

Entrare a far parte del PUCA costituisce un’ottima opportunità per Avio Aero, che ci consente di essere a stretto contatto con tutti i protagonisti e gli stakeholder interessati allo sviluppo dei futuri Unmanned Cargo Aircraft – ha commentato Paolo Salvetti, Vice President Sales Advanced Systems & UAV di Avio Aero. – Siamo sicuri di poter offrire un contributo concreto alla piattaforma guidando lo sviluppo del sistema di propulsione che, per un velivolo cargo unmanned, è di particolare importanza, sia in termini economici, che di safety”.

Siamo lieti di dare il benvenuto ad Avio Aero” – ha sottolineato il Dr. Hans Heerkens, Presidente di PUCA e assistente professore, University of Twente, Paesi Bassi. “La tecnologia di propulsione è sempre stata di importanza cruciale per la creazione di aeromobili più sicuri ed efficienti. La UCA potrà avvalersi appieno di queste nuove tecnologie e configurazioni. Siamo convinti che Avio Aero possa offrire un contributo decisivo per l’ottimizzazione del sistema di propulsione e la sua integrazione in modi innovativi con l’aeromobile e con altri sottosistemi per i veicoli aerei da carico senza pilota del futuro”.

Avio Aero è un business di GE Aviation che opera nella progettazione, produzione e manutenzione di componenti e sistemi per l’aeronautica civile e militare. Avio Aero è il centro di eccellenza di General Electric nel campo delle trasmissioni meccaniche e delle turbine a bassa pressione. In Italia, Avio Aero vanta uno staff 4.000 dipendenti specializzati, dislocati presso la sede centrale di Torino, ubicazione dello stabilimento principale, nonché a Pomigliano d’Arco (Napoli) e Brindisi. All’estero, è proprietaria di impianti di produzione in Polonia. Avio Aero, fondata nel 1908, è da oltre un secolo un’azienda all’avanguardia in numerose tecnologie distintive. I costanti investimenti in ricerca e sviluppo, unitamente a una solida collaborazione sul campo con le principali università e centri di ricerca, hanno consentito ad Avio Aero di sviluppare livelli di eccellenza tecnologica e produttiva globalmente riconosciuti, un successo testimoniato dalle partnership con i principali operatori a livello mondiale nel mondo del volo.

fonte: AvioAero

1105 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: