Droni inoffensivi “alla messicana”: un delirio burocratico di velocità da rispettare

0

Anche il Messico pubblica le sue regole sui droni inoffensivi. E se a molti pare che ENAC esageri nella puntigliosità. dobbiamo dire che DGAC (Dirección General de Aeronáutica Civil) , l’Authorithy messicana equivalente alla nostra ENAC, quanto a masturbazioni mentali non scherza affatto.

A parte il condivisibile principio che per essere inoffensivo il drone deve essere costruito in modo da andare in pezzi in caso di urto, per disperdere l’energia, e che il sorvolo delle persone non può avvenire a quote inferiori ai 46 metri (150 piedi), troviamo surreale la tabella dei peso massimo per questa categoria di SAPR.

Si va dai 55 km/h per i droni da un grammo (posto che qualcuno riesca a farli per davvero) ai 20 km/h di quelli da due chili, in una tabella piuttosto surreale, che ci chiediamo chi mai potrà rispettare nella pratica, che riportiamo integralmente:

Schermata 2016-01-17 alle 15.11.59

722 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: