La FAA approva i selfie aerei sulla neve. Disco verde ai droni di Cape Production

0

Avevamo parlato tempo addietro dei piani della startup americana Cape Production, che offre agli alberghi un pacchetto di selfie aerei (piuttosto salati, da 50 a 150 dollari per un filmato di un minuto e mezzo ediato da registi professionisti) ai loro clienti impegnati nelle evoluzioni sugli sci.

Il problema maggiore era riuscire a rispettare le rigidissime norme della FAA, l’ENAC americana, che è molto ma molto più esigente dell’ENAC di casa nostra: se da noi un’operazione non critica di questo genere potrebbe farsi stando a 50 metri dallo sciatore, una distanza tutto sommato alla portata di un buon teleobiettivo, negli USA la FAA impone il triplo, 500 piedi (170 metri circa) che renderebbe praticamente impossibile fare un buon lavoro.

Con pazienza e professionalità, Cape Production è riuscita a convincere la FAA a farli lavorare a distanze minori, dimostrando che nei test effettuato in Canada si è riusciti a ottenere una ragionevole sicurezza. E così, prima della fine della stagione sciistica, Cape Productions sta raccogliendo prenotazioni nelle maggiori stazioni sciistiche degli Stati Uniti. Non è che qualche startup di casa nostra vorrebbe provarci, visto che il limite ENAC è abbordablie? Magari senza far pasticci come a Madonna di Campiglio, neh?

761 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: