A Miami rombano gli Uav: il 22 al via la Drone Racing League

0

I motori rombano e i piloti si stanno preparando. Al debutto a Miami meno di un mese.
A scendere in pista, però, non saranno le auto da corsa o altri bolidi supercarrozzati, ma i droni, che all’interno del NFL’s Sun Life Stadium, casa dei Miami Dolphins, daranno vita al primo evento della Drone Racing League, il cui obiettivo è di creare un campionato itinerante di quadricotteri, copiando il format della F1 o del motomondiale.

E la novità è proprio questa: da piccoli (e talvolta abusivi) eventi indoor, la Drone Racing League ambisce a far diventare le gare tra quadricotteri  un nuovo sport, seguito dal pubblico e remunerato da ritorni economici importanti.
Del resto negli Stati Uniti il fascino delle corse con i droni l’avevano già constatato nel luglio scorso, quando la California State Fair ha ospitato la prima edizione dei campionati nazionali, durante la quale i 100 concorrenti si sono dati battaglia per un montepremi di 25.000 dollari. E anche in Dubai, il prossimo marzo, si proverà a cavalcare l’onda, con il World Drone Prix che radunerà (anche per il premio milionario) i migliori piloti.

Con la Drone Racing League, però, si sta cercando di fare il salto di qualità: per quanto sia stata ufficializzata solo la tappa di Miami del 22 febbraio, è certo che questo primo campionato del mondo avrà cinque tappe. E gli organizzatori si aspettano che anche i piloti aumentino: al momento sul sito si sono registrati in 17, tra cui Flyingbear, Spaztik, Nine e le due ragazze Kittycopter e Little A.

Ciò che invece non manca saranno, ovviamente, le immagini. Per rendersi conto di quali filmati potranno essere realizzati durante le gare basta guardare il promo della challenge statunitense.

1071 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: