Dal mondo dei droni, DJI e Apple, la strana coppia

0

In contemporanea alla rivelazione del nuovo drone DJI Phantom 4, una notizia che non passa inosservata, le vendite iniziali per questo nuovo best seller, saranno consentite sino al 1 aprile solo sullo store ufficiale DJI e sull’Apple Store.

Il primo marzo 2016 è stato annunciato e svelato al mondo intero il nuovo drone Phantom 4 prodotto dalla asiatica DJI Innovation. Non sono superstiziosi gli strateghi commerciali  del fantasmino bianco di Shenzhen che a dispetto di tutte le tradizioni per le quali il numero 4 porta sfortuna in molte nazioni asiatiche Cina compresa, hanno quindi proseguito nella numerazione del Phantom che dal numero 1 domina il mercato dei droni ricreativi e prosumer.

Questo nuovo Phantom 4, del quale abbiamo parlato ampiamente qui, oltre ad avere caratteristiche sicuramente all’avanguardia e che i concorrenti faticheranno ad eguagliare, si vanta anche di un particolare abbinamento commerciale: le vendite sino al 1 di aprile, che in questo caso non è un pesce, avverranno in contemporanea solo sul DJI Store e sul Apple Store.
Ci si domanda il perché di questa scelta che sicuramente ha fatto parlare, forse anche straparlare diversi grossi player internazionali e nazionali, che si vedono sfumare da sotto i denti, i primi compulsivi acquisti da parte di chi vuole rimanere costantemente all’avanguardia dal punto di vista tecnico anche a costo si spendere 1600 euro, quando come noto, fra un semestre tale prezzo calerà considerevolmente.

I motivi potrebbero essere diversi, da un lato DJI si appoggia a Apple, l’eccellenza tecnologica per antonomasia alla stato dell’arte. Cerca quindi di sdoganarsi dal dispregiativo aggettivo di “cinesata“, scegliendo quindi linee e colori molto sobri, prediligendo il bianco e accomunandosi all’immaginario collettivo del consumatore medio che associa i prodotti Apple al top di gamma nel settore hi tech.

Dall’altro non è un caso che qualche mese addietro si vociferasse che Apple volesse sfornare un drone tutto suo, dalle linee molto particolari in pieno stile della casa di Cupertino. Potrebbe essere che tale drone in realtà non sia ancora pronto e per cavalcare l’onda abbia deciso di fare un partnership con il colosso asiatico DJI.
Oppure Apple dopo aver emesso in rete i rumors che oramai sono veri e propri sondaggi sui consumatori, testare con mano se il mercato sia pronto a recepire un mela drone  o un melacottero tutto bianco.
Non è facile al momento fare previsioni in tal senso, ma vedremo se nel prossimo futuro le revisioni e gli aggiornamenti di casa DJI seguiranno le numerazioni Apple, portando quindi un Phantom 4S prima di un “se possibile” innovativo Phantom 5.

1512 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: