Droni sempre più importanti nel management dei siti minerari in Africa

0

Sono ad oggi pochi i siti minerari in Africa che fanno uso di tecnologie all’avanguardia come i droni, ma il loro numero è destinato a crescere – e di molto – nei prossimi due anni. Questo almeno è quanto emerge da una recente indagine che ha coinvolto 100 manager di miniere africane, riportata da MiningWeekly. Circa un terzo delle compagnie minerarie che ancora non hanno investito soldi in questa direzione ha infatti affermato che nell’immediato futuro intende puntare su droni, tecnologie wearable e di formazione video in tempo reale.

Attualmente, invece, le principali fonti di investimento per queste aziende sono rappresentate dall’equipaggiamento pesante, come il monitoraggio degli pneumatici e dei veicoli, il management delle unità flotta, le tecnologie per riconoscere ed evitare gli ostacoli, e la manutenzione predittiva.

droni nelle miniere

Ma i tempi cambiano, e i droni sono pronti a portare la loro rivoluzione anche nel continente africano, che dal punto di vista tecnologico e delle infrastrutture sembra così lontano ed incomparabile con l’Occidente. Non è un caso che alcune tra le prime startup africane di droni si stanno interessando sempre di più al settore delle miniere. La sudafricana Rocketmine e la ghanese Aeroshutter, ad esempio, collaborano, anche con alcune multinazionali, alla fornitura di servizi come l’elaborazione di immagini in 3D.

La Rocketmine, con sede a Johannesburg, ha ottenuto la prima licenza per le operazioni coi droni a fini commerciali, e da allora fornisce servizi di aerial data per miniere, agricoltura ingegneria civile. Secondo Chris Clark, CEO dell’azienda, quest’anno le entrate dovrebbero superare il milione di dollari.
Fondata dal trentenne Kwamena Hazel, invece, l’azienda ghanese Aeroshutter è specializzata nei servizi di sorveglianza di proprietà commerciali.

Per via del contesto molto differente, la situazione di queste due aziende non può essere paragonata a quella di qualunque altra azienda che opera con i droni in Europa o in America, ma certo è che, in un mercato ancora scarsamente competitivo come quello dei servizi commerciali coi droni in Africa, gli introiti di queste due realtà sono certamente destinati a crescere, di pari passo con l’aumento delle offerte di lavoro e quindi con lo sviluppo di questo nuovo importantissimo settore.

735 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: