Droni: è record, la NASA gestisce automaticamente il volo di 22 aerei robot allo stesso tempo

0

Si è concluso con un successo il primo grande test americano sulla gestione del traffico aereo automatico per droni: ben 22 aerei robot partiti da sei diverse location sparse per tutti gli Stati Uniti sono stati presi in carico dalla NASA, che ne ha tracciato le rotte come se fossero aeroplani “veri”, con i passeggeri a bordo, calcolando per loro le rotte più sicure ed efficienti per evitare aeroplani, altri droni e il sorvolo di aree proibite.

o_1244070Il sistema della NASA si chiama UTM, che sta per unmanned aircraft system traffic management. I test di oggi sono stati i primi passi concreti per arrivare all’integrazione dei droni in Next Gen, il futuro sistema di gestione del traffico nello spazio aereo più complicato e trafficato del mondo, che nei prossimi anni non si prenderà cura solo degli aeroplani con il pilota a bordo ma anche di quelli senza, impegnati in missioni anche a lungo raggio e alta quota: un esempio per tutti, i famosi droni da trasporto di Amazon, che il Senato Americano si è impegnato a far decollare per davvero entro due anni.

Secondo fonti della NASA, sarebbe stato già un successo riuscire a vettorare 16 droni, 22 è andato oltre le più rosee aspettative dell’agenzia spaziale. “Oggi non abbiamo avuto nessun problema con i test” ha commentato  Parimal Kopardekar, responsabile del  Safe Autonomous Systems Operations project della NASA.

Per aumentare la difficoltà e l’attendibilità dell’esperimento, ai 24 droni impegnati nei voli con missini multiple e continuative  (di cui come si è detto 22 in aria allo stesso tempo) la NASA ha aggiunto dozzine di tracce virtuali di altri droni simulati dal computer.

utm

764 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: