Drone Tekk Falcon, esacottero con mantenimento quota

0

Falcon, un drone ricreativo con decollo e atterraggio automatico, che mantiene la quota e si pilota quasi con una sola mano.

Fino a qualche anno fa, per ottenere simili prestazioni, occorreva lavorare sui famigerati PID, (Proporzionale Integrale Derivativo) relativi al barometro, numeretti magici che nel linguaggio di programmazione dei tecnici che creano il firmware e fanno funzionare le flight control che permettono di parametrare il volo di tutti i droni, siano essi giocattoli, professionali e militari. Per la gente comune sono numeri oscuri quasi magici la cui variazione cambia le risposte del drone alle sollecitazioni esterne o ricevute dal radiocomando. In alcuni casi permettono  un volo livellato e stabile o molto reattivo. Qualche anno fa sulle  prime versioni di flight control dedicate al mercato hobbystico, nelle quali era presente un sensore di pressione o barometro  per ottenere una buona stabilizzazione sulla verticale, occorreva proteggerlo con una spugna, evitare di fargli vedere i raggi solari  sopratutto, lavorare su questi benedetti PID. Fatto tutto ciò a fine serata, quando oramai erano terminati i pacchi batterie si otteneva un funzionamento decente.
Inutile dire che il giorno dopo, con le condizioni meteo cambiate era tutto da rifare.



Ora esistono giocattoli o droni da divertimento, come questo Falcon ribrandizzato da Tekk e inserito nei canali commerciali della consumer electronic da MT Distribution la quale ce ne ha gentilmente fornito uno per la recensione, che fanno tutto da soli, volano bene e mantengono la quota senza muovere nemmeno un trim.

Il Falcon è un drone esacottero con motori coassiali, il che significa che i motori a coppie di 3 sono uno sull’altro. Quindi solo tre bracci ognuno con due motori contrapposti e eliche contro rotanti fra loro.
Il piccolo drone si presenta con una livrea bianca elegante e aggressiva al tempo stesso. Pesa solo 150 grammi con batteria e telecamera.

drone-tekk-falcon-primo-piano-tavolo-700

La confezione comprende un set di eliche di ricambio, un minuscolo cacciavite a croce, una batteria LiPo da 360mAh a 2s  e un caricabatteria stick da attaccare ad una presa USB, come spesso avviene in questa categoria di prodotti.

Caratteristiche di rilevo, decollo e atterraggio automatico e mantenimento quota

Due sono le caratteristiche di rilevo, la prima è che con la sola pressione di un bottone, il drone decolla in maniera autonoma e si posiziona a circa un metro da terra. Tale posizione viene mantenuta solo ed esclusivamente grazie al sensore barometrico e funziona perfettamente negli ambienti chiusi e discretamente all’esterno anche in presenza di vento. Naturalmente gli spostamenti d’aria muovono il piccolo esacottero che non ritorna nelle posizione precedente non avendo un GPS: In assenza di brezza la stabilizzazione sull’asse Z (verticale) è egregia anche all’esterno. Con la pressione di un altro bottone il drone inizierà la fase di atterraggio arrivando sino a terra e dopo qualche secondo spegnerà pure i motori. Un bell’aiuto per i neofiti, non c’è che dire.

Radiocomando

Il radiocomando è costruito con uno chassis stile giocattolo, la precisione degli stick è quella che è, non possiamo certo pretendere grandi cose, però i pulsanti e i trim sono ben descritti e pare che si possa cambiare anche da MODE 2, oramai lo standard per questi oggetti e il MODE 1, molto amati dagli aeromodellisti. Le molle sono al centro, e le modalità di decollo sono o con il pulsante sull’angolo superiore destro o con il classico movimento verso il centro e in basso tipico delle schede DJI Naza.

radiocomando-drone-tekk-falcon-700

Come vola

Il volo è molto piacevole, pur non avendo una grande autorità sui comandi, si comporta bene anche in presenza di vento forte, ma va naturalmente mantenuto sotto l’attento controllo del pilota. In assenza di vento dimostra anche un certo brio e la forma del telaio lo fa curvare nelle virate con una eleganza quasi da elicottero. Purtroppo i quadricotteri o peggio ancora gli esacotteri con motori radiali e non coassiali, effettuando le virate perdono molto la traiettoria e le curve non sono mai molto pulite. Il Falcon ricorda molto il pilotaggio di un tricottero, decisamente più sincero e veritiero nelle virate anche strette. – vedere il video in testa all’articolo al minuto 1:37.

falcon-tekk-drone-in-aria-700

La telecamera

La camera di bordo che svolge anche la funzione di video camera, registra in HD a 1280x720px, purtroppo sono presenti moltissime vibrazioni dovute anche ai tanti motori e alle eliche certamente non bilanciate. Un pregio della camera è che si può inclinare manualmente e il risultato è leggermente migliore con la fotocamera che scatta foto a 4 Mpx interpolati.

drone-tekk-falcon-primo-piano-700

Conclusioni

  • Caratteristiche tecniche:
  • Batteria. 7,4Vcc 360mah Lipo
  • Tempo di volo 5/7 minuti
  • Distanza radiocomando 60 metri
  • Decollo e atterraggio automatico one key
  • Carica batteria USB

4048 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: