Anderson ci riprova: dopo il naufragio del drone Solo, 3D Robotics si reinventa e guarda all’edilizia volante

0

Superato il fallimento del progetto Solo, il drone che avrebbe dovuto competere con i Phantom di DJI ma è rimasto a prendere polvere sugli scaffali, il guru Chris Anderson presenta la “nuova” 3D Robotics. Che non farà più droni, ma software e soluzioni per i droni industriali. Sarà la volta buona?

chris-anderson-2I droni con lui sono stati avari di soddisfazioni, ma evidentemente sono nel cuore di Anderson, ex direttore di Wired Usa e autore del bestseller The Long Tail: Why the Future of Business Is Selling Less of More. Un libro in cui esplorava il cambiamento dei mercati nel mondo digitale, ma passare dalla teoria alla pratica evidentemente non gli è riuscito poi così bene.

Il primo prodotto della nuova 3DRobotics sarà quindi un sofisticato software, Site Scan.  che si rivolge all’industria edilizia e combina algoritmi e droni per monitorare dal cielo lo stato di avanzamento dei lavori e prevenire eventuali problemi grazie alle ortofoto aeree. “Di solito non prestiamo molta attenzione al settore dell’edilizia” dice Anderson. “Ma l’edilizia ci circonda ed è un grande serbatoio dell’occupazione. E’ una colonna portante delle nostre nazioni e per molti versi vive ancora nell”era della carta’. Abbiamo il dovere di digitalizzare l’industria edile“.

Parole sicuramente condivisibili, e sappiamo bene quanto l’edilizia già oggi usi i droni e le tecniche della fotogrammetria aerea. Bisogna vedere se i capi cantiere crederanno anche nel fatto che Anderson abbia la ricetta giusta per loro. Noi facciamo comunque il tifo per lui. Bentornato, Chris.

1287 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: