Nuova linfa vitale per l’ex produttore di droni 3DR, che ci riprova con Site Scan

0

3DRobotics, un nome storico per gli appassionati di droni, il marchio di blasonate centraline di volo quali APM e PixAwk, ha dovuto abbandonare la produzione di velivoli unmanned per la forte pressione esercitata dalla concorrenza asiatica.

Lo ammette Chris Anderson, storico fondatore della  startup 3DR insieme a Jordi Muñoz, decidendo quindi di cambiare rotta e dedicarsi al mondo dei servizi e alle soluzioni chiavi in mano dedicate ai professionisti. Alcuni recenti lavori, svolti ad esempio all’interno dell’aeroporto Hartsfield-Jackson di Atlanta, sono stati realizzati con il sistema Site Scan. Una piattaforma comprensiva del drone Solo, combinata con il software di progettazione 3D di Autodesk.

Ed è proprio la Autodesk Forge Fund, insieme ad  Atlantic Bridge,  True Ventures, Foundry Group, Mayfield a costituire quel gruppo di investitori che crede in 3D Robotics al punto tale di permettergli di realizzare un capitale di 53 milioni di dollari.
L’investimento di tale cifra servirà a finanziare gli ulteriori sviluppi di Site Scan, ma anche a pagare i debiti accumulati dalla azienda.

“Siamo entusiasti di partecipare in 3DR perché abbiamo visto un enorme potenziale di opportunità  per il prodotto SiteScan,, in una vasta gamma settori”, ha dichiarato Brian Long, Managing Partner di Atlantic Bridge. “La realtà catturata da scansione del sito, in combinazione con il software Autodesk, fornisce la piattaforma più completa per la misurazione e il monitoraggio dei progressi nei cantieri edili, con conseguenti potenziali enormi guadagni in  efficienza per l’industria.”

 

1438 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: