Conversione attestati piloti di SAPR – patentino per droni – FIAPR chiede una proroga

0

Si avvicina la data del 31 dicembre che segna il termine ultimo stabilito da ENAC per la conversione dei precedenti titoli aeronautici che conferivano le abilitazione obbligatorie ai piloti di droni civili, quelli che normativamente parlando sono definiti SAPR.

La seconda edizione del regolamento emanato dall’Ente Nazionale Aviazione Civile e successivi emendamenti, prevede un nuovo iter per coloro che erano in possesso dei requisiti per poter pilotare un drone professionale, cioè a scopo lavorativo. Il famoso “patentino” e a fine anno non varrà più nulla e o i piloti richiederanno la conversione dello stesso effettuando un altro corso presso alcune scuole di volo autorizzate, che al momento sono circa 15 e quasi tutte nel centro e nord Italia, oppure non potranno più esercitare.

La FIAPR, Federazione Aeromobili a Pilotaggio Remoto, non ci sta e chiede pubblicamente una proroga di tale scadenza denunciando le proprie motivazioni che si potranno leggere nel comunicato allegato, ma che sommariamente ricapitoliamo.

Il termine ultimo del 31 Dicembre 2016 è del tutto fittizio e non accettabile per almeno quattro
motivi:

  •  le tempistiche sono in concreto ben più ristrette per questioni pratiche legate alla relazione
    clima / esami pratici / tempi tecnici di erogazione corsi
  •  in questo breve periodo di operatività dei dieci CA APR si è palesato che essi hanno
    “calendarizzazione” ben lontana dalla “alta rotazione”
  •  l’intero nuovo impianto formativo per quanto a questo attinente è stato di fatto reso
    inapplicabile da ENAC stessa, che ha cagionato un irragionevole ed ingiustificato ritardo
    nell’effettivo “engine start” del nuovo sistema formativo
  •  i candidati che avessero adeguate skills teorico-pratiche, potrebbero non riuscire ad ottenere
    in tempo utile Attestato Pilota APR per i motivi descritti in precedenza.

Inoltre continua il comunicato, “è oggettivamente impossibile che circa 2100 (duemilacento) Operatori possano riconvertire i loro titoli in soli quindici CA e nei poco più che 40 (quaranta) giorni solari inclusi SABATI E DOMENICHE che separano questo 16 Novembre 2016 dal 31 Dicembre.”

E concludendo afferma che:

In ragione di quanto sopra descritto FIAPR chiede con effetto immediato la pubblicazione di una proroga di validità di svariati mesi, ipotizzabile fino a Luglio 2017, rispetto alla scadenza attualmente fissata, e in caso contrario si riserva di interpellare ogni interlocutore utile ad una efficace soluzione di un problema creato eppure non gestito correttamente da ENAC.

Link per la lettura del comunicato ufficiale di FIAPR

1712 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: