Urban Droneport, identikit di un futuristico hub di droni

0

Prima o poi, tra i ritardi delle grandi aziende internazionali (Google conferma che vuole insistere nonostante le difficoltà) e gli incoraggianti progressi delle aziende più piccole, le consegne via drone saranno una realtà. E per quel momento sarà il caso di avere a disposizione delle strutture di interscambio che permettano agli sciami di droni-postini di caricare e scaricare le merci nella massima autonomia. Una sorta di magazzini ultra automatizzati, ultra intelligenti e ultra efficienti, in grado di gestire senza sosta un traffico aereo che potrebbe essere simile a quello di un gigantesco alveare, se non di più. E le dimensioni saranno tutt’altro che secondarie, specie nelle metropoli dove gli ordini da evadere e i pacchi da consegnare saranno innumerevoli. Queste strutture saranno i fiori all’occhiello delle smart cities di domani, avranno architetture ultra moderne, saranno rispettose dell’ambiente e ovviamente funzioneranno con energia pulita.

urban-droneport-madridTutto questo potrebbe essere riassunto in Urban Droneport un’idea che il giovane spagnolo Saúl Ajuria Fernández ha progettato per Madrid nel corso del suo master in Architettura alla Universidad de Alcalá. La struttura, a forma di cupola, consentirebbe alle compagnie di “corrieri via drone” di ottimizzare al meglio i processi. Gli hangar di forma sferica della parte più esterna sarebbero l’ideale per favorire l’atterraggio e il decollo dei droni, mentre all’interno troverebbero spazio un centro logistico e l’Istituto Statale di Sviluppo Tecnologico. Insomma un polo ultra tecnologico, capace di mettere servizi futuristici e ricerca tecnologica gomito a gomito.

Nell’ottica della sostenibilità, inoltre, le caratteristiche principali di questo hub di droni sarebbero l’energia pulita ricavata dal sole, grazie ai numerosi pannelli fotovoltaici posti su ogni singolo hangar, e la modularità degli elementi strutturali, che potrebbero così essere sostituiti, ampliati o anche semplicemente rimossi con grande risparmio in termini economici e di impatto ambientale.

E non è detto che un’idea del genere sia da sfruttare solo per i servizi delivery di prodotti commerciali, perché lo stesso progetto potrebbe essere applicato con successo in caso di droni che trasportano medicine o prodotti medici di emrgenza.

438 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: