Svizzera, drone di Siroop troppo vicino a elicottero della Rega

0

Purtroppo qualche volta si sente parlare di droni che volano troppo vicino ad aerei o elicotteri tradizionali, nella maggior parte dei casi l’abilità dei piloti in aria o la fortuna, hanno evitato collisioni con guai prevedibilmente più seri.
Qualche giorno in Svizzera un drone ha sfiorato l’elicottero della Rega, la Guardia Aerea Svizzera.
Se poi leggendo tutta la notizia si apprende che il drone faceva parte di un servizio sperimentale di consegne a domicilio del portale online Siroop, e la questione era monitorata dall’autorithy aeronautica elvetica, allora la faccenda si complica ulteriormente.

Zurigo 29 settembre – ma la questione viene resa pubblica solo nei giorni scorsi. Durane il volo di prova un drone prodotto da Matternet e usato dal portale Siroop per le consegne di piccoli pacchi, ha sfiorato un elicottero della Guardia Svizzera di soccorso aereo. In una nota emessa dalla Rega si legge  che la distanza tra i due velivoli era considerevolmente ridotta.

La mancata collisione è avvenuta  sul quartiere di Witikon, mentre l’elicottero della guardia aerea svizzera di soccorso stava volando a circa a 200 km/h in direzione dell’ospedale universitario.
Il drone trasporta pacchi di Siroop (un quadricottero Mattenet M2 prodotto negli USA), viaggiava a una velocità di crociera di 72 km/h su una traiettoria che avrebbe incrociato quella dell’elicottero solo 27 secondi dopo il passaggio di quest’ultimo. Nell’istante in cui sono stati più vicini, i due velivoli erano a 400 metri di distanza in orizzontale e a 100 metri in verticale.

Il pilota del drone valutò che non ci sarebbe stato uno scontro

L’elicottero volava a una quota più bassa del previsto a causa delle condizioni meteorologiche avverse derivanti da una forte nebbia.
Al contempo Il pilota del drone che monitorava la situazione e accortosi della situazione, decise di proseguire il volo perché calcolò che il suo velivolo a pilotaggio remoto non si sarebbe scontrato con l’elicottero.

Nel rapporto del mancato incidente l’UFAC ufficio federale svizzero che si occupa della navigazione aerea civile – equivalente delle nostra ENAC ndr –  risulta scritto che:  “In futuro, in una situazione simile, l’operatore Matternet prenderà in considerazione di non far alzare in volo il drone”.

Per l’UFAC l’episodio risulta essere una lezione per il futuro, ma i piloti del elicottero non sono d’accordo

Per l’autorithy aeronautica, la mancata collisione del 29 settembre risulta essere una lezione per il futuro.
Ma non sono soddisfatti i piloti della guardia svizzera di soccorso aereo. “Dal nostro punto di vista le distanze misurate sono considerevolmente ridotte», comunica  Adrian Schindler il portavoce della Rega, – “il sistema di separazione degli utenti dell’aria che è stato testato non ha funzionato anche perché, a causa delle nuvole basse, il nostro elicottero è stato costretto a volare più in basso del solito”
“Come velivoli di soccorso,
– conclude  Schindle i – “i nostri apparecchi non dovrebbero essere costretti a prendere misure aggiuntive  in caso di manovre impreviste, per tutelarsi dai poco visibili droni,”

fonte Ticino online

1463 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: