Chirocopter, il drone che può volare dentro sciami di pipistrelli

0

Tutti sanno che il contributo dei droni è utilissimo anche nella campo della ricerca scientifica, perché ad esempio si possono studiare da vicino animali che vivono in ambienti difficili da raggiungere, come abbiamo visto tempo fa nel caso delle balene. I droni utilizzati per questo tipo di studi, però, devono essere resistenti, devono possedere un’autonomia di volo adeguata e devono trasportare sensori e telecamere dal peso di tutto rispetto. Ne consegue allora che in diversi casi il problema è proprio osservare gli animali senza disturbarli o spaventarli al punto da farli scappare, il che è tanto difficile quanto più l’animale è abituato ad un ambiente completamente selvaggio. Ci sono poi degli animali che per loro natura sono ancora più timidi e in generale sensibili, come ad esempio i pipistrelli, che sono difficilissimi da avvicinare persino per un attento studioso che si muova a passi felpati.

Non sembra avere invece problemi Chirocopter, il quadricottero che i ricercatori hanno usato per studiare questi diffidenti mammiferi del cielo. Il Chirocottero, nome scelto fondendo con un gioco di parole “Chirottero” (che è il nome scientifico del pipistrello) e “Quadricottero”, è riuscito a studiare i pipistrelli che, poco prima dell’alba, stavano rientrando in massa in una grotta del New Mexico dove si stima siano presenti circa 800 mila esemplari. Il video, pubblicato su Sciencemag.org, racconta come il team di biologi abbia manovrato il Chirocopter all’interno dello sciame di pipistrelli per 84 minuti, ad un altezza variabile dai 5 ai 50 metri, registrando 46 stridii ecolocalizzatori al minuto.

Il drone è equipaggiato con un microfono in grado di registrare i suoni ecolocalizzatori e una telecamera a sensori termici per vedere i pipistrelli attraverso il calore generato dai loro corpi. Tecnologie simili erano finora state usate per studiare i pipistrelli in postazioni fisse (ad esempio installate al suolo o su una torre), ma il Chirocottero può essere usato per avvicinare direttamente gli animali in qualunque spazio.

Nonostante la voce del video tenga a rassicurare che nessun pipistrello è rimasto ferito durante l’osservazione, è difficile immaginare che i mammiferi abbiano accolto con affetto l’intruso.

775 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: