Yunyi-flight sfida il DJI Phantom nel terreno dei piccoli droni

0

Il fantasmino bianco, drone di successo di casa DJI, leader di mercato nel settore hobbystico e ricreazionale con seri accenni anche verso il  mercato professionale è sempre oggetto di critiche e sopratutto di copiature.

Questa volta la concorrenza spinge sul acceleratore nella speranza di erodere fette consistenti della enorme torta che la DJI Innovation si è costruita prima con i suoi telai F450 e F550, in seguito con le sue centraline Naza v1, v2, A2, poi con il Phantom nelle varie versioni Vision, Vision2 ecc.

Yunyi-flight  questo nuovo competitor, sonosciuto sino a ieri qui nel vecchio continente, propone alcuni droni multirotori con caratteristiche interessanti tra le quali spicca la presenza dei WayPoint, (punti di navigazione che grazie al GPS permettono al piccolo drone ricreazionale di effettuare un percorso prestabilito).

seraphy-a

Lo chassis del modello Seraphi-A viene dichiarato come rain proof ovvero a tenuta di pioggia  con una autonomia di volo di tutto rispetto di ben 28 minuti e con la possibilità di eseguire tonneau su un asse con un pulsante apposito. (quello che fanno quasi tutti i giocattolini cinesi, tipo Husban, LadyBird).

 

seraphy-p-chrs

Il modello Seraphi-P è dotato di gimbal su 2 assi in grado di ospitare l’immancabile GoPro o similare, autonomia sempre di 28 minuti, in grado ritornare sul punto di decollo in caso di perdita di segnale (Failsafe) o su richiesta del operatore tramite apposito pulsante.

 

 

new-concept

Ultimo, non certo per mancanza di originalità, il modello New Concept che affronta il tema design in maniera alternativa, preferendo la praticità alla estetica. Concepito per affrontare con il piede giusto l’argomento “vibrazioni” e realizzato con grandi quantità di fibra carbonio; viene definito come leggero e portatile, insomma se vi manca un tavolino da campeggio che possa anche fare delle foto dall’alto fateci un serio pensiero.

443 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: