Facebook: il drone Aquila smetterà di volare

0

Con un annuncio a sorpresa i dirigenti di Facebook hanno dichiarato in un post che non proseguiranno con lo sviluppo del drone alimentato a energia solare del progetto Aquila.
Scopo del drone Aquila era quello di fornire connettività internet in quelle remote zone del globo dove il segnale era assente e diminuire quindi la distanza del digital divide.

Il progetto Aquila nome ambizioso per uno scopo ambizioso, non chiuderà del tutto, perlomeno è quanto afferma Yael Meguire; Facebook darà ancora una mano alle aziende partner, ma chiuderò la produzione del drone Aquila presso il centro inglese di BridgeWater.

Drone Aquila un progetto importante, che ha collezionato diversi insuccessi

Una storia quella del drone Aquila di Facebook, non priva di insuccessi. Ricordiamo il piccolo incidente occorso nel dicembre 2016 dove l’autopilota che governa il drone Aquila è stato tratto in inganno da una turbolenza eolica (colpo di vento) e di fatto il drone Aquila si è sfasciato.

Nel luglio 2017 gli ingegneri al soldo di Mark Zuckerberg impegnati nel progetto Aquila avevano, a detta loro, sistemato il piccolo difetto, ma osservando il video ci  è parso di notare ancora notevoli imperfezioni.
Tuttavia nelle fase iniziali di un progetto, specialmente con così grandi aspettative – un drone alimentato con l’energia solare in grado di trasferire i segnali radio per far usufruire di internet grandi zone desolate – qualche piccolo intoppo è quasi doveroso e previsto.

Duole quindi notare che il gigante dalla F blu, abbia fatto retromarcia, anche se parzialmente, abbandonando il drone Aquila che comunque potrebbe proseguire il suo volo se i partner proseguiranno lo sviluppo.

 

1179 visite
Commenta:

Segui DronEzine sui social: