Fregati dal loro stesso drone due imbranati spacciatori scozzesi

0

Sembra una barzelletta, ma è successo davvero: due piccoli criminali scozzesi volevano usare un drone per portare droga ai loro amici nel carcere di Perth, ma la camera del drone li ha filmati mentre impacchettavano hashish e altre droghe per un valore di 3 mila sterline. E qualcosa è andato storto…

Maldestri e poco furbi Pau Reilly, 32 anni e Michael Martin, 35. Due spacciatori scozzesi che volevano mandare circa 3 mila sterline di droga al fratello di Martin, in carcere per vicende analoghe. Per recapitare il prezioso pacchetto, nascosto in un uovo Kinder presumibilmente piuttosto grosso, hanno pensato bene di usare in drone. Peccato che a loro insaputa la telecamera del drone stesso il ha immortalati mentre impacchettavano la roba per l’amico galeotto, a cui presto andranno a fare compagnia. Già, perché la telecamera del drone, dimenticata accesa, dopo aver ripreso il riempimento dell’ovetto ha anche ripreso il numero civico della loro casa e l’auto che li aspettava fuori per la sfigatissima spedizione.

Non contenti di cotanta ingenuità, i due maldestri delinquenti hanno fatto il patatrac: complice anche l’oscurità, invece di centrare la finestra della cella del fratello di Marin hanno centrato il (duro, a quanto pare) muro della cella. Il fracasso ha fatto intervenire i secondini, che non ci hanno messo molto a trovare il relitto del drone con il prezioso carico tutto scassato proprio sotto la finestra della cella obiettivo della bravata. E grazie al contenuto della SD card i poliziotti, increduli di fronte a tanta ingenuità, hanno scoperto immediatamente non solo gli autori del colpo ma anche l’auto che hanno usato e l’indirizzo esatto del covo. E gli è bastato andare a prenderli.

La vicenda è finita in tribunale, questo è il buffissimo verbale della polizia penitenziaria scozzese (segue traduzione sotto):

Originale inglese: In the footage it is clear the drone has been switched on to try it out, but – unfortunately for those present – it was recording without the knowledge of the suspects and shows three males.
They were later identified as Reilly, Martin and a third, as yet unidentified, male, within a bedroom of the house at 66 East March Street, Kirkcaldy.
There was footage of Reilly wearing gloves, filling the recovered Kinder Egg with white pills and cutting up the cannabis resin into square blocks.

Traduzione: Nella ripresa è chiaro che il drone è stato acceso per provarlo, ma – sfortunatamente per i presenti- ha registrato all’insaputa dei sospetti, e mostra tre uomini. Successivamente sono stati identificati come Reilly, Martin e un terzo uomo ancora sconosciuto, nella camera da letto di uno stabile in via East March 66 a Kirkcaldy. Nel filmato si vede Reilly con un paio di guanti, mentre riempie l’uovo Kinder recuperato con pillole e mentre taglia la resina di cannabis in blocchetti quadrati.

A seguito della notte brava, Reilly dovrà scontare  33 mesi di carcere, mentre Martin se la caverà con un annetto al fresco. Speriamo almeno che l’ovetto kinder l’abbiano gradito.

IL FILMATO DEL DRONE

Ecco l’impresa dei due spacciatori scozzesi ripresa dal loro stesso drone e le foto della polizia.
Il filmato integrale è sul sito della  TV britannica BBC

FONTE: BBC

1320 visite
Commenta:

Segui DronEzine sui social: