PaintCopter, il drone pittore sviluppato dalla Disney

0

Chissà se un domani, guardando un film d’animazione Disney, vedremo mai il famoso logo di apertura dipinto a spruzzo da un piccolo drone. Del resto i droni pittori sono già una realtà (in Italia abbiamo avuto la fortuna di poterli ammirare dal vivo a Torino, durante l’evento Urban Fly Opera) e nei laboratori di ricerca Disney hanno messo a punto un nuovo prototipo, in grado di verniciare con lo spray pareti e superfici 3D.

Il modello, che prende il nome di PaintCopter, è quindi un drone “graffittaro” pensato per applicazioni industriali. Il velivolo è un quadricottero basato su elettronica DJI, dotato di un quinto e più lungo braccio meccanico, attrezzato con una pistola spray, che gli permette di lavorare senza che il getto colore venga influenzato dal flusso d’aria mosso dalle eliche.

Ad oggi un drone capace di riempire con il colore delle superfici piane (come ad esempio le pareti di un locale) non rappresenta una tecnologia rivoluzionaria, ma PaintCopter è in grado di approcciarsi anche alle superfici 3D, non solo riempiendo un’area ma realizzando anche delle texture più elaborate. Ci riesce grazie alle camere termiche che aiutano il sistema del velivolo a comprendere il modello 3D e quindi a muoversi rispetto ad esso dosando il colore e riproducendo la texture prestabilita.

Come funziona PaintCopter:

Il video mostra come PaintCopter debba ancora essere affinato, ma testimonia anche come la pittura di superfici coi droni stia facendo enormi passi in avanti, e non ci vorrà molto prima che si candidi come alternativa concreta alle attuali tecniche di pittura nell’industria.

475 visite
Commenta:

Segui DronEzine sui social: