Drone costringe a terra aereo anti incendio in Tasmania

0

Mentre si cerca di capire se i droni centrino davvero qualcosa con il caos e i conseguenti gravi ritardi che hanno colpito l’aeroporto londinese di Gatwick nei giorni scorsi, dall’altra parte del mondo, più precisamente dalla Tasmania, arriva la notizia che la presenza di un drone non autorizzato ha costretto – stavolta senza ombra di dubbio – un aereo ad atterrare.

L’aereo in questione, intervenuto per contrastare un incendio divampato su Bruny Island, è stato costretto ad annullare l’operazione e atterrare per evitare il rischio di una collisione che avrebbe messo in serio pericolo non solo il mezzo, ma anche la vita stessa del personale a bordo.

La polizia ha così diramato un comunicato ufficiale in cui ha ricordato a tutti i piloti di droni di non volare mai vicino ad un aereo. Anche nei casi in cui il luogo prescelto per far volare il drone sia adeguato – si trovi ad esempio lontano da edifici, da persone e al di fuori delle aree vietate – è sempre possibile, a causa di circostanze straordinarie come un’operazione di ricerca e soccorso oppure un’emergenza incendio come accaduto in Tasmania, che aerei ed elicotteri di pronto intervento facciano la loro improvvisa comparsa nello spazio aereo in cui stiamo volando. Per questo è opportuno tendere sempre bene l’orecchio e, in caso si percepisca un rumore riconducibile ad un altro velivolo, riportare a terra il proprio drone per sicurezza il prima possibile, per non ostacolare eventuali operazioni di emergenza ed evitare le  salatissime multe connesse.

NB: L’immagine è puramente indicativa e non ha nulla a che vedere con il fatto riportato.

564 visite

Commenta:

Segui DronEzine sui social: