Europarlamento, oggi la presentazione per le classi di droni Open Category

0

E’ in corso nel pomeriggio odierno a Bruxelles una seduta dell’Euro Parlamento dove verranno presentate le specifiche tecniche per di droni delle categorie Open C0 e C1.
Una serie di proposte che derivano direttamente dalle bozze illustrate e discusse dai membri di EASA che se approvate verranno integrate nel Regolamento Basico già approvato e in vigore in Europa.

La commissione dei trasporti dalle 14:30 alle 18:30 illustrerà agli eurodeputati una serie di documenti che se approvati andranno a definire con maggiore chiarezza e precisione la categoria aperta o meglio Open Category come descritta sulla agenda online.

Se le bozze rispetteranno quanto approvato dalla Agenzia Europea per la sicurezza del traffico aereo EASA, con buone probabilità i droni dal peso uguale o inferiore ai 250 grammi rientranti nella Open Category C0, saranno esenti da ogni registrazione e non necessiteranno di nessun “patentino” alias attestato o abilitazione per il loro pilotaggio.
Oltre al peso, dovranno avere una velocità massima limitata a 19 metri al secondo pari a 68,4 Km/h. Potranno volare sino a 120 metri di distanza dal pilota e nel caso del Follow Me mode (previsto e regolarizzato) dovranno essere a una distanza non superiore a 50 metri dal pilota.

La classe Open Category C1  comprende i droni dal peso di 251 sino a 900 grammi. Oggetti volanti a pilotaggio remoto per la cui conduzione sarà necessario passare un esame online composto da 40 domande a risposta multipla.
Anche per questa categoria distanza di volo massimo dal pilota di 120 metri, energia cinetica trasferita sul corpo umano inferiore a 80 Joule o peso inferiore ai 900 grammi.
Senza voler entrare troppo nel dettaglio e parlare di specifici requisiti, dato che la proposta di EASA in discussione oggi è per l’appunto un documento in bozza, non ci rimane che aspettare l’esito della discussione e ovviamente anche l’esito dell‘incontro con l’Ente Nazionale Aviazione Civile di venerdì 1 febbraio che ci indicherà speriamo, quale direzione intenderà prendere l’Italia per allinearsi al Regolamento unico europeo che normerà il volo dei piccoli droni civili.

Ecco il link al documento in discussione oggi di cui riportiamo qualche passaggio tradotto in italiano.

Open Category – Categoria ‘aperta’ destinata alle operazioni con il rischio più basso. Essa include i droni sino a 25kg, partendo dai giocattoli e arrivando sino a dispositivi più sofisticati. droni che possano compiere attività amatoriali, ma in alcuni limitati casi, anche per utilizzi professionali. La categoria Open non richiede preventive autorizzazioni dalle competenti autorità.

Link all’agenda di lavoro della commissione odierna.

903 visite

Commenta:

Segui DronEzine sui social: