Polizia inglese in allerta per i troppi droni su Londra

0

Sono preoccupati a Scotland Yard per l’eccessivo numero di droni presenti sui plumbei cieli di Londra, in particolare sul London Eye (la famosa ruota panoramica sulle rive del Tamigi), sulla torre di Londra e sul Big Ben.

Come in un film dal copione scontato e prevedibile, il fenomeno del regalo natalizio sotto forma di drone sta iniziando a produrre i primi seri pensieri in giro per il pianeta. Un fenomeno mondiale questo eccessivo interesse per i droni,  piccoli robot aerei telecomandati che possono essere acquistati con poche centinaia se non decine di euro, che a loro volta calamitano l’interesse dei media e del grande pubblico.

Esistono regole in Italia emanate da ENAC, l’Ente Nazionale Aviazione Civile, che a suo modo è stata pioneristicamente all’avanguardia cercando di normare un settore in forte espansione, in attesa probabilmente di un affinamento proveniente da EASA l’agenzia europea che si occupa di navigazione aerea.

La FAA americana mostra il fianco ammettendo di non poter emanare il regolamento come promesso per i primi mesi di gennaio e il congresso non vede l’ora di potergli soffiare il privilegio, con una serie di leggi e decreti a sorpresa.

londra-vista-dal-drone

In Inghilterra la CAA ha già un proprio regolamento che prevede l’utilizzo dei droni volanti ad almeno 150 metri da edifici e a 50 metri di distanza da persone. Regolamento che a quanto pare non è conosciuto da chi ha trovato sotto l’albero natalizio un drone dotato di fotocamera e che attualmente scorazza sui principali monumenti storici della capitale britannica.
Sono pertanto seriamente perplessi a Scotland Yard, perché temono che dietro ai tanti appassionati possano celarsi malviventi che programmino rapine e furti sftruttando una inedita visuale aerea.

Fonte AGI

1401 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: