Il portale italiano per la registrazione dei droni prende timidamente il volo

0

Sembra attivo da qualche giorno il servizio sperimentale per la registrazione dei droni professionali –  SAPR ndr -, Alcune segnalazioni giunte in redazione ci hanno comunicato che il portale dedicato a questo tipo di attività è operativo e funzionante.

Il sito web d-flight.it che permette la registrazione obbligatoria di tutti i Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR) da effettuare a partire dal 1 luglio, è finalmente operativo.
Alcuni lettori ci hanno comunicato di aver ricevuto una email da parte dei gestori del sito, nei quali inviavano le credenziali di accesso al fine di ottemperare agli obblighi previsti dal Regolamento ENAC relativo ai droni usati per scopi professionali

La procedura pare riassumersi in questi pochi semplici passi:
Una volta aperta l’email ci si connette al sito https://www.d-flight.it/ (attenzione alla ‘s’ che dopo http) si clicca sul link “SE HAI RICEVUTO LE CREDENZIALI CLICCA QUI PER ACCEDERE.”
accesso-credenziali

 

 

Si inseriscono le credenziali ricevute e ci si registra.
Dopodiché compariranno i SAPR già presenti negli elenchi pubblici dell’Ente Nazionale Aviazione Civile e si potrà  notare che nella prima colonna probabilmente ci sarà scritto “DISABILITATO” o qualcosa di simile, mentre nell’ultima si vede una “i” con accanto un asterisco.
Cliccando sull’asterisco compare una scheda che contiene i dati ENAC, ma che deve  essere completata con il modello, del drone, l’autonomia di volo, il tipo di ala, il tipo e il numero di motori, la dimensione massima.

qr-codeDopo aver aggiunto i questi dati sotto di essi è compare il tanto atteso QR Code che va salvato a stampato a cura dell’utente. Tale codice andrà apposto in maniera ben visibile sul drone, anzi su tutti i droni dichiarati e operativi e identificherà in maniera univoca l’operatore.
Con una app scaricabile gratuitamente sia per Android sia per Ios, le forze dell’ordine potranno leggere tale codice che condurrà nuovamente a una pagina web informativa del portale che riporterà tutti i dati del drone in oggetto.

Ribadiamo che nonostante lo sforzo immenso da parte dei tecnici e gestori del sito d-flight.it, sono ancora necessarie alcune operazioni di trasparenza per rendere inequivocabilmente autorevole questo portale, inserendo i loghi di ENAV e ENAC, come abbondantemente spiegato in un nostro precedente articolo.
Comunque qualcosa si muove e possiamo dire che il sistema di registrazione è finalmente decollato.

 

4288 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: