E se nell’attesa del Phantom 5 arrivasse a sorpresa il DJI Spark?

0

Attenzione attenzione, perché è arrivata la primavera e solitamente questo è il periodo dell’anno in cui DJI svela qualche new entry nella sua scuderia. È ormai una tradizione, visto che negli ultimi due anni è uscito prima il Phantom 3, nell’aprile del 2015, e un nuovo drone ha visto la luce l’anno seguente, stavolta a marzo, quando l’azienda di Shenzen ha lanciato il Phantom 4. E ora rumors insistenti dicono che DJI potrebbe debuttare nel mercato dei droni da selfie, quelli tascabili che si comandano con il telefonino, con un prototipo segreto ma di cui circola qualche immagine non ufficiale.

Il periodo insomma è caldo, anche perché il calendario segnala che, dopo il caldissimo autunno 2016 in cui sono usciti l’Inspire 2, il Phantom 4, e il Mavic Pro (quest’ultimo anticipato per dare filo da torcere al Karma della GoPro, che dopo tante vicissitudini è arrivato in Italia proprio qualche giorno fa), il fronte novità lato DJI si era un po’ raffreddato.



È bastata allora una manciata di foto di un possibile nuovo drone DJI, trafugate comparse nei giorni scorsi sul sito cinese SB-DJI.com, per far esplodere la curiosità degli appassionati di droni di tutto il mondo. A sorpresa, però, non si tratta dell’attesissimo Phantom 5, ma del DJI Spark, il cui nome è da ritenersi al momento puramente indicativo.

Rumors DJI Spark, cosa sappiamo finora del drone DJI?

dji spark dimensioniLe immagini diffuse su internet, come spesso avviene in questi casi, non sono corredate da un elenco confermato di caratteristiche. Allo stesso tempo, però, i primi piani del drone offrono lo spunto per diverse valutazioni.

La prima cosa che salta all’occhio sono le dimensioni. Il DJI Spark è un quadricottero piccolo, più piccolo del Mavic, e tutto lascia pensare che il suo peso possa essere abbastanza ridotto per stare all’interno della soglia dei 250 grammi, limite oltre la quale il nuovo regolamento EASA, atteso per fine anno, dovrebbe imporre ai piloti di prendere un patentino per usarlo per lavoro (oggi in Italia il limite, sempre solo per chi lo deve usare per lavoro, è 300 grammi, mentre nessun patentino è richiesto per l’uso amatoriale, qualunque sia il peso del drone). E soprattutto un drone sotto i 250 grammi negli USA può essere usato senza registrazione alla FAA, obbligatoria laggiù anche per gli hobbisti.

Altrettanto evidenti, guardando le foto, sono i sensori ottici verticali, che consentono al drone di orientarsi e restare immobile in aria anche negli spazi chiusi, dove il segnale GPS non può arrivare, e il mini gimbal sul muso (probabilmente a due assi), per stabilizzare le immagini della camera frontale.

dji spark sensori ottici verticali

Non è chiaro se i bracci siano pieghevoli, come appunto nel Mavic, ma probabilmente lo sono almeno le eliche.
dji spark eliche pieghevoli
Secondo i numerosi rumors che si rincorrono in rete in queste ore, sui quali vi terremo ovviamente aggiornati, pare che la batteria dello Spark possa offrire 15 minuti di autonomia di volo, caratteristica che, se confermata, confinerebbe definitivamente il drone nella categoria dei ricreativi o dei selfie drone.
Sono invece meno speculativi i riferimenti sulle frequenze di trasmissione, dal momento he tra le immagini “rubate” c’è una tabella con tanto di valori indicati. A questo proposito, lo Spark funziona sia nella banda dei 2.4 Ghz che nella 5.8 Ghz e, dando forza all’ipotesi di un drone esclusivamente consumer, dovrebbe essere ovviamente pilotato via smartphone, visto che nelle immagini non compare mai alcun radiocomando.
Al momento non ci sono indicazioni sulla camera, sul prezzo, o sulla data in cui potremmo vedere dal vivo il DJI Spark. Molti siti, sulla base delle immagini diffuse, stanno provando a formulare delle ipotesi nel disperato tentativo di soddisfare la curiosità infinita di moltissimi appassionati di droni e di prodotti DJI. E così noi, in attesa magari di una nota ufficiale della DJI che faccia un po’ d’ordine, continueremo a tenervi aggiornati.
3098 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: