Messico: scoperti droni bomba usati dai narcos

0

I droni e le loro infinite applicazioni, tra cui inevitabilmente ci sono anche quelle illegali. Giorni fa, nei pressi della città di Irapuato, la polizia federale messicana ha fermato un’auto e ha scoperto che le quattro persone a bordo trasportavano nel bagagliaio armi, munizioni e persino un drone che era stato modificato e collegato artigianalmente ad un esplosivo.

Finora i droni erano stati dai narcos solo per via della loro agilità e discrezione nel trasportare partite di droga oltre il confine statunitense, riuscendo con facilità ad eludere la sorveglianza e le barriere volute da Trump, ma il ritrovamento del drone bomba dei narcos segna un nuovo apice nel livello degli armamenti raggiunto dalle organizzazioni criminali messicane, che evidentemente si ispirano anche alle tecniche dei guerriglieri ISIS – che già da tempo usano droni commerciali modificati per colpire con degli esplosivi le postazioni nemiche – per dotare il loro arsenale di armi sempre nuove.

Insomma, ci troviamo di fronte ad una sorta di “gemellaggio” di idee e soluzioni che non si limita ai soli droni, ma coinvolge anche i veicoli corazzati che i guerriglieri islamici usano per attaccare le basi del nemico, e che invece i narco usano per prendere di mira le stazioni di polizia o i ritrovi delle organizzazioni criminali rivali.

1262 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: