DJI Aeroscope un potenziale alleato per prevenire gli attentati con i droni

0

DJI Aeroscope potrebbe essere utilizzato come fosse un radar per prevenire gli attentati con i droni.

Droni che si stanno rivelando sempre più utili sia nelle  moltissime attività cinematografiche con videoriprese e immagini, fornendo punti di vista insoliti, sia nelle missioni di soccorso e pubblica utilità. Tuttavia come per molti altri aspetti della tecnologia che avanza possono essere utilizzati anche dai terroristi, che potrebbero usarli come temibili  strumenti di morte.
In un passato non troppo lontano ad esempio sono state utilizzate auto, bus, aerei ed ora i terroristi iniziano a scoprire le potenzialità dei droni.

Non è certamente la  prima volta nella quale sono stati utilizzati droni esplosivi,ma una delle prime per compiere un attentato per fortuna fallito ai danni del presidente del Venezuela Maduro . Solo qualche ferito e nessun morto, ma l’attacco  realizzato con velivoli a pilotaggio remoto avrebbe potuto causare diversi vittime.
Ammesso naturalmente che la notizia dell’attentato sia vera, mancando completamente un report video fotografico che riprenda chiaramente i droni in volo; nonostante sul posto ci fossero centinaia di emittenti televisive e migliaia di cellulari.

DJI Aeroscope è un radar per droni con il quale è possibile verificare se ci sono droni in volo nelle vicinanze. Esiste una versione mobile (controllo fino a 5 km di raggio) e una versione fissa (controllo fino a 25km di raggio).
Aeroscope è al momento installato in via sperimentale in molti aeroporti, carceri, aree militari, ecc in tutto il mondo ed inizia ad essere usato anche in grandi manifestazioni per prevenire attacchi con droni.
Molte star del cinema lo hanno addirittura installato nelle loro proprietà per prevenire che possano essere scattate foto che violino la loro privacy.

Riportiamo i suggerimenti di Elite Consulting,, una nota azienda italiana che commercializza e sperimenta il sistema Aeroscope da qualche tempo, sul  come prevenire incursioni di droni ostili durante un evento:


Installare DJI Aeroscope in versione fissa nel luogo dove si svolgerà l’evento in una posizione alta e aperta in modo che possa operare al massimo raggio di azione.

Consigliamo inoltre di:

  • Installare Aeroscope qualche giorno prima dell’evento per osservare se nel cielo ci sono voli sospetti lasciando il dispositivo in ascolto. Aeroscope ha una funzionalità di registrazione quindi non serve che un operatore effettui il monitoraggio 24 ore prima di un evento. In genere chi vuole effettuare un attacco con un drone prova nei giorni precedenti se tutto funziona (segnale, traiettoria, ecc)
  • durante l’evento monitorare in tempo reale Aeroscope. Un operatore professionale riesce a capire subito, nel caso ci sia un drone nelle vicinanze, se si tratta di un pilota che sta effettuando delle riprese oppure di un drone sospetto.

In genere chi effettua riprese si muove in una determinata traiettoria mentre un drone ostile punta ad alta velocità verso l’obiettivo prescelto.

Durante il corso su Aeroscope si spiegano agli operatori tutte le relative tecniche di valutazione dei droni presenti nell’area delle operazioni.
Con DJI Aeroscope è possibile verificare in tempo reale il serial number del drone e i dati di registrazione dello stesso.
In questo caso è possibile fare velocemente un doppio controllo e identificare il proprietario.
Nel caso succedesse qualcosa è possibile anche risalire alla data di attivazione e voli precedenti con posizione gps facendo una richiesta a DJI (richiesta riservata alle forze di polizia).

Acquistando DJI Aeroscope si ha diritto al supporto DJI Enterprise. Grazie a questo è possibile richiedere qualche settimana prima dell’evento l’attivazione di una NO FLY ZONE in tutta l’area dove si svolgerà lo stesso.
La NO FLY ZONE previene che tutti i droni DJI possano entrare all’interno e quindi è una seconda misura di sicurezza rispetto ad Aeroscope.

DJI Aeroscope è una soluzione pronta all’uso e soprattutto non molto costosa quindi alla portata di tutte le forze di polizia ed eserciti.
Al momento DJI Aeroscope può individuare esclusivamente i droni DJI che però risultano essere presenti in circa l’80% del mercato mondiale.
A breve, per aumentare la sicurezza, gli altri produttori che occupano piccole nicchie di mercato verranno costretti ad integrarsi in questa tecnologia.
Ricordiamo che DJI Aeroscope, non è un semplice radar di droni, che potrebbe generare falsi positivi, ma un vero e proprio sistema di tracciamento.

A differenza dei semplici radar per droni in questo caso, intercettando direttamente il segnale criptato del radiocomando, è possibile:
Avere la sicurezza al 100% che si tratta di un drone (alcuni radar scambiano uccelli per droni)
Avere tutti i parametri di volo come: altezza, velocità, traiettoria, seriale del drone e tutti gli altri parametri di volo

Sapere non solo la posizione del drone ma anche quella del pilota con il  radiocomando. In questo caso potrete inviare subito una pattuglia in quella posizione per il controllo.
Elite Consulting, partner DJI ENTERPRISE dal 2008, al momento è l’unico distributore certificato per il sistema DJI Aeroscope in l’Italia.
Il sistema è attualmente disponibile in pronta consegna e può essere personalizzato a livello di privacy per tutti gli utilizzi sia civili che militari.

829 visite
Commenta:

Segui DronEzine sui social: